Programma 2017

Programma amministrativo lista civica MoVimento 5 Stelle (sintesi)

 

Premessa:

Ci rimettiamo in gioco, con un programma basato su mete concrete e obiettivi vicini alle esigenze del nostro territorio.

In cinque anni abbiamo cambiato molte cose tranne i nostri principi: sviluppo sostenibile, fonti di energia rinnovabile, informatizzazione degli uffici comunali e utilizzo di internet per semplificare il rapporto tra Cittadino e Comune, informazione chiara e costante alla popolazione, valorizzazione dell’ambiente, più risorse a disposizione del sociale e dello sport.

Siamo un gruppo di cittadini che hanno deciso di unirsi sotto il simbolo del Movimento 5 Stelle per continuare il rinnovamento della politica nel nostro Comune. Tutti i candidati della nostra lista non hanno precedenti penali, come certificato dal Tribunale di Vicenza, e sono slegati da ideologie ed interessi personali.

Oltre ai candidati presenti nella lista, il Movimento 5 Stelle di Sarego è un gruppo aperto a tutti i cittadini, dove ognuno può esprimere la propria opinione, sia partecipando alle riunioni che utilizzando gli strumenti informatici.
        Uno degli obiettivi fondamentali che si pone il nostro Movimento, infatti, è quello di riavvicinare le persone alla “cosa pubblica”, accrescendone il senso civico, perché, che lo si voglia oppure no, ciò che è pubblico riguarda tutti noi e ancor di più i nostri figli. Incontri, dibattiti pubblici ed aree informative sulla problematica della contaminazione dell’acqua rappresentano solo una parte del nostro modo di realizzare la trasparenza dell’attività comunale e la partecipazione dei cittadini.

Nella nostra idea di democrazia gli eletti diventano i portavoce del Movimento 5 Stelle di Sarego: “dipendenti” al servizio dei cittadini e punto di collegamento all’interno del Comune.

I vincoli al bilancio comunale limitano fortemente l’azione amministrativa, tuttavia importanti cambiamenti possono essere realizzati utilizzando anche i fondi europei. L’aula d’informatica, il Wifi gratuito ed il cortometraggio “La voce dell’acqua” sono alcuni traguardi raggiunti mediante tali fondi.

Le nostre azioni diventano più incisive grazie alla rete nazionale del Movimento 5 Stelle, con la quale possiamo scambiare buone pratiche e intraprendere molte battaglie assieme ai parlamentari e ai consiglieri regionali.

Le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare sono state innumerevoli, ma abbiamo fatto grandi passi in avanti per il Comune. Veniamo da un mandato in cui molte sono state le rivoluzioni che abbiamo introdotto: alcune con risultati immediati (pratiche edilizie online, CDA Casa di Riposo scelto tramite CV, ecc.), altre con effetti nel prossimo mandato (accordi per asfaltature strade comunali, dimezzamento del debito, ecc.).

Con serietà, caparbietà ed impegno abbiamo lavorato per mantenere, con i fatti, le promesse di inizio mandato.

Cinque anni fa eravamo una novità, oggi siamo una realtà consolidata.

Domani, con il vostro appoggio, saremo il futuro migliore per Sarego.

 

Movimento 5 Stelle
Sarego


Programma


StellaAMBIENTE

 

La contaminazione delle nostre falde acquifere da PFAS ha rappresentato sicuramente il maggior problema ambientale affrontato in questo mandato e probabilmente il caso di inquinamento più importante a livello regionale della storia recente. Abbiamo preso coscienza fin dall’inizio della gravità della situazione, per questo ci siamo impegnati costantemente per giungere ad una soluzione del problema nel più breve tempo possibile. Con la collaborazione della società di gestione dell’acquedotto, abbiamo messo in sicurezza la rete idraulica coinvolgendo economicamente anche la Regione, che ha parzialmente contribuito all’estensione della rete per raggiungere tutti gli utenti con i pozzi inquinati. Nonostante la realizzazione di queste opere, le tariffe sono rimaste invariate.

 

Continueremo con il massimo impegno a fare pressione sugli enti superiori per determinare limiti più cautelativi per la salute e far valere il principio “chi inquina paga”.

 

Verrà posta attenzione anche alle aziende locali affinché non debbano sostenere un aggravio dei costi di produzione per un problema originato da altri.

 

Visto il positivo riscontro ottenuto con la casa dell’acqua installata a Sarego, è previsto a breve il posizionamento di un’altra casetta dell’acqua a Meledo.

 

Per quanto riguarda il servizio di raccolta dei rifiuti, verrà completato il passaggio alla tariffa puntuale, per ottenere una maggior equità nell’applicazione dei costi: chi produrrà meno rifiuto indifferenziato e separerà correttamente i vari materiali, pagherà una tariffa più bassa.

Per ridurre ulteriormente la produzione di rifiuti, promuoveremo l’introduzione di un mercatino del riuso.

 

Visto l’entusiasmo con cui le diverse associazioni ed i cittadini di Sarego si sono presi cura del proprio paese, proseguiremo con le giornate ecologiche e continueremo con la promozione di laboratori e momenti informativi nelle scuole sul rispetto dell’ambiente.

 

Per scoraggiare i frequenti episodi di abbandono dei rifiuti, potenzieremo il controllo del territorio con telecamere mobili.

 

Al fine di stimolare il rispetto delle elementari regole di convivenza e sensibilizzare alla tutela degli spazi comuni, provvederemo ad aggiornare le regole per il decoro urbano e forniremo un vademecum informativo alla cittadinanza. Inoltre, introdurremo agevolazioni per opere ed interventi di miglioramento del decoro urbano.

 

Valuteremo, inoltre, la possibilità di applicare il baratto amministrativo per consentire ai cittadini di ottenere agevolazioni fiscali in cambio di servizi di pubblica utilità.

 

Per mantenere l’impegno preso dal Comune di Sarego nella riduzione dei consumi energetici, vogliamo completare la realizzazione del PAES (Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile), coinvolgendo anche i cittadini in questo progetto che porterà benefici sia ambientali che economici.

 

Provvederemo all’applicazione del PICIL (Piano dell’Illuminazione per il Contenimento dell’Inquinamento Luminoso) recentemente approvato, sostituendo tutte le lampade dell’illuminazione pubblica con lampade a LED che consentono un notevole risparmio nei consumi.

 


StellaLAVORI PUBBLICI

 

I cinque anni di mandato appena conclusi hanno rappresentato l’inizio di un percorso che inevitabilmente non poteva essere portato a termine in così poco tempo. La gran parte dello sforzo amministrativo è stato volto alla programmazione e alla risoluzione di problematiche che per troppi anni non sono state al centro dell’azione di governo del territorio.

La crisi, con i suoi vincoli di bilancio, ha obbligato i comuni a procedere con il freno a mano tirato, ma le soluzioni ed i progetti nel nostro Comune sono andati avanti.

 

Nei prossimi cinque anni porteremo a termine alcune delle opere già iniziate e ne progetteremo altre come il ripristino del muro perimetrale e il secondo stralcio della pavimentazione del Cimitero di Meledo.

Per il Cimitero di Monticello di Fara sarà finalmente possibile programmare ed eseguire i lavori risolutivi delle infiltrazioni d’acqua.

Gli edifici scolastici rimarranno al centro della nostra azione politica. Siamo in attesa del contributo di 750 mila euro per il secondo stralcio di ampliamento della Scuola d’infanzia di Monticello di Fara. Anche l’attuale realizzazione della nuova palestra polifunzionale di Sarego va vista nell’ottica di potenziamento delle strutture scolastiche, oggi carenti proprio per quel che riguarda l’offerta sportiva, esistendo un’unica palestra a Meledo.

Nonostante i vincoli di bilancio già ricordati, è certamente grande la soddisfazione di essere riusciti ad intervenire e soprattutto a programmare una serie importante di asfaltature. Le risorse necessarie oggi a tamponare le continue situazioni di emergenza, potranno così essere dirottate su altri interventi.

Per quanto riguarda le più immediate asfaltature di strade, arriverà a completamento il piano convenzionato con le ditte Costa Benedetta e Santex con la posa del manto stradale in via Casa Velo, via Crosetta, via Fontana Grande, via Masetto, via Bocconcello Sante e via Dei Fiori con la realizzazione di una nuova pista ciclabile.

 

E’ stato, inoltre, individuato un nuovo percorso più economico e panoramico per il collegamento ciclabile di Monticello di Fara con la direttrice Meledo-Sarego, lungo il Torrente Guà: di questa soluzione si provvederà rapidamente alla progettazione, al fine di poter cogliere l’occasione di un finanziamento regionale.

Capitolo di notevole importanza per questa Amministrazione ha rivestito la viabilità. Si è dovuto investire molto in sopralluoghi e studi per individuare le soluzioni che potessero risolvere le criticità, ma allo stesso tempo incontrare il favore della Provincia che sulle principali strade del nostro territorio ha la giurisdizione.

 

Abbiamo iniziato la sperimentazione della rotatoria di Sarego. Il prossimo passo sarà la progettazione definitiva che permetterà di migliorare e rendere pienamente funzionale l’opera, riqualificando il centro.

 

Per il centro urbano di Meledo è stata studiata una rotatoria che sarà progettata e messa in fase di sperimentazione. Con questa, potrà essere valutata anche la riqualificazione del centro fino all’incrocio con via Don Corato. Saranno realizzati nuovi marciapiedi e nuovi attraversamenti pedonali, che permetteranno di rallentare il traffico e migliorare la visibilità. Sarà così possibile eliminare il semaforo e rendere più fluido il traffico di attraversamento sulla S.P.500 e l’immissione da via Bisognin. Tale progetto prevede anche la realizzazione di una passerella ciclopedonale a lato del ponte sul Fiume Brendola, per il quale verranno ricercati adeguati finanziamenti.

 

Anche la rotatoria all’incrocio della S.P. 500 con la strada per Grancona è stata oggetto di numerosi incontri con le autorità provinciali, al fine di trovare la soluzione più funzionale ed economica. Appena possibile inizieremo una fase sperimentale sul modello di Sarego, propedeutica ad un progetto e relativa ricerca di cofinanziamento.

 

Presso la frazione di Monticello di Fara potremo realizzare due attraversamenti pedonali protetti volti al rallentamento del traffico veicolare nel centro abitato; oltre allo sviluppo di un progetto di riqualificazione generale del centro con particolare attenzione all’incrocio tra la Strada Provinciale 18 e via Palladio. Qui esistono idee già condivise con la Provincia, ma sarà necessario procedere per stralci, ricercando finanziamenti esterni, a causa dell’importante spesa prevista.

 

Altro punto critico della viabilità comunale, per la quale sono state già individuate le soluzioni, è via Marona. Lo studio è già in fase avanzata ed un primo intervento per la messa in sicurezza dei pedoni sarà realizzabile a breve.

 

Non dimentichiamo che saranno necessarie altre opere minori di riordino del traffico veicolare e dei parcheggi in aree residenziali, con la realizzazione di isole pedonali e marciapiedi per la sicurezza dei pedoni. Tra queste anche la messa a norma di alcune fermate SVT, con il riposizionamento e la collocazione di nuove pensiline, grazie al cofinanziamento della Provincia.

 

E’ nostra intenzione rendere più facili le comunicazioni del Comune e degli altri enti territoriali con i cittadini e allo scopo installeremo nel territorio comunale dei pannelli informativi a led.

 

E’ nostra intenzione trovare, per quanto possibile, una soluzione alle varie esigenze che ci sono state segnalate durante gli incontri con i cittadini.
Tra queste: il riordino degli archivi comunali, una mobilità in forma condivisa per la riduzione dell’uso delle automobili e un’area  per lo sgambettamento dei cani con la relativa attrezzatura.

 


StellaSOCIALE

 

In questi cinque anni grande impegno è stato profuso nel tentativo di realizzare una rete tra le associazioni, perché l’unione fa la forza, e lo spirito sarà, anche per il futuro, proprio quello di rafforzare i legami tra chi condivide lo stesso territorio con l’utilizzo di idonei strumenti per la socializzazione e l’integrazione.

 

Il nostro obiettivo nell’ambito della coesione sociale sarà il rafforzamento della relazione tra i cittadini con la realizzazione di un centro culturale, presso il primo piano della palazzina comunale ora inutilizzata, in cui troveranno spazio corsi, mostre, approfondimenti di interesse generale, attività di associazioni e valorizzazione del territorio. Incoraggeremo, inoltre, i gruppi che svolgono attività di educazione civica e volontariato, facilitandone la sinergia delle iniziative. Sarà nostra premura favorire la relazione tra giovani e anziani promuovendo il recupero e la valorizzazione delle memorie storiche del paese e dei suoi abitanti.

 

Guardando oltre il confine territoriale comunale vorremmo promuovere  l’avvicinamento ad altre realtà, quali le città di transizione, che seguono un modello di sviluppo attento alle fonti rinnovabili, alla riduzione dei rifiuti e all’economia solidale tra cittadini, promuovendo buone pratiche di “resilienza” e costruzione di una rete di sostegno tra persone.

 

Siamo convinti che la promozione del turismo debba andare a braccetto con la realizzazione di eventi culturali e di valorizzazione del territorio agricolo e collinare. Oltre la metà del nostro territorio comunale è infatti collinare: se da un lato questo patrimonio va tutelato, allo stesso tempo può divenire luogo di elezione per il turismo, lavorando in collaborazione con associazioni locali e Pro Loco. Per questi motivi intendiamo promuovere i nostri Colli Berici come luogo di svago, relax e ideale per attività sportive, dove creeremo spazi fruibili tutto l’anno con piazzole allestite per pic-nic con panchine, tavoli e focolari.

 

La consueta Festa in villa Favorita, con promozione degli artisti locali e associazioni del territorio, sarà un appuntamento che ci vedrà impegnati anche in futuro. Per arginare la penuria di finanziamenti in questo settore, sarà tra i nostri obiettivi la gestione di eventi di ampio richiamo condivisi come teatro in corte, cineforum, e percorsi turistici permanenti, promuovendo un coordinamento intercomunale esteso,  condizione chiave per accedere a finanziamenti. Una buona pratica già avviata, ma da sviluppare ulteriormente, sarà la collaborazione con le aziende agricole, le strutture ricettive e alimentari del territorio per valorizzarne i prodotti locali.

 

Tra gli obiettivi per la promozione del benessere e della pratica sportiva abbiamo dato avvio alla realizzazione della nuova palestra comunale a Sarego, che sarà un polo sportivo di attrazione per le attività scolastiche e verrà coordinato ai fini di una ampia frequentazione anche pomeriggio e sera. Tra gli impegni che prendiamo c’è il potenziamento delle strutture sportive già esistenti nel territorio e la manutenzione dei parchi, luoghi di svago e ritrovo. Verrà promossa la “giornata dedicata allo sport” e la presentazione delle associazioni sportive a tutta la comunità, ai fini di una ampia fruizione delle proposte del territorio.

 

A sostegno delle famiglie, continueremo a promuovere attività che permettano la conciliazione dei tempi vita-lavoro, favorendo tutte quelle iniziative necessarie a garantire una più semplice gestione degli impegni. Per questo motivo intendiamo sostenere le attività extrascolastiche pomeridiane. Il progetto di “doposcuola” sperimentato in questi anni ha avuto un ottimo riscontro e necessita di essere strutturato e garantito, assicurando ai bambini laboratori e attività stimolanti ed educativi. Per i più grandi, verrà completata e valorizzata l’area dedicata alla biblioteca e aula informatica P3@, oltre alla conferma degli sportelli gratuiti già attivi (sportello giovani, psicologo, avvocato e logopedista).

 

Parallelamente, per tutelare l’altra fascia più debole della popolazione, continueremo l’implementazione dei servizi di supporto agli anziani, con il potenziamento dell’assistenza domiciliare, grazie al progetto presentato in partnership il Centro Servizi Bisognin e la Cariverona.

Il nostro impegno nel cercare di mantenere invariate le tariffe per i servizi alla persona, ricorrendo a finanziamenti, bandi e collaborazione con le realtà del territorio, ci ha permesso di non gravare sulle famiglie ed aumentare la qualità dell’offerta senza aumentarne i costi. Un impegno concreto che abbiamo intenzione di continuare a rispettare: il Comune di Sarego, in questi anni ha investito molto in servizi come l’asilo nido e la casa di riposo, garantendo agli utenti zero aumenti e ottimi risultati.

 

Per la cultura ricordiamo il bilancio partecipativo: ogni anno abbiamo riservato un budget per attività socio-culturali a cui chiunque poteva attingere presentando un progetto con piano finanziario sostenibile.


StellaECONOMIA E SVILUPPO

 

Lo sviluppo, l’innovazione e la valorizzazione delle attività produttive locali sono obiettivi fondamentali sia per migliorare l’organizzazione del nostro Comune sia per offrire dei servizi sempre più efficienti ai cittadini.

L’arrivo della fibra ottica nel territorio del Comune di Sarego è ormai una certezza. Entro il 2020 saranno garantite connessioni superiori ai 30 Mb e, in alcuni casi, anche sopra ai 100 Mb. Effettueremo, pertanto, un attento e costante monitoraggio della futura posa della fibra per ottenere risultati di installazione ottimali.

All’interno delle sedi pubbliche, implementeremo, utilizzando le nuove connessioni ultraveloci, procedure atte a sfruttare al meglio la tecnologia su fibra. A tal proposito saranno revisionate le reti informatiche e telefoniche di tutte le strutture comunali aumentandone l’efficienza ed abbattendo, conseguentemente, i costi di gestione.

Con l’avvento della fibra si avrà la possibilità di attivare nuove zone free Wi Fi per permettere una più facile navigazione in Internet anche negli spazi pubblici del nostro paese.

Oltre a puntare sull’innovazione tecnologica verrà data attenzione alla comunicazione verso i cittadini, introducendo un nuovo volantino informativo cartaceo per coinvolgere la comunità su iniziative e attività nel territorio comunale.

Continueremo ad innovare la gestione del nostro Comune mediante aggiornamenti ed implementazioni delle strutture informatiche. In quest’ottica valuteremo ulteriori revisioni delle procedure di controllo, cura e gestione delle pratiche comunali al fine di ottimizzare il lavoro degli uffici e, quindi, diminuire i tempi di attesa dei cittadini allo sportello, garantendo al contempo un servizio proficuo.

 

Tra i nostri obiettivi vi è quello di vivacizzare la comunità incentivando le attività economiche locali.

Per sfruttare al meglio le risorse immobiliari a disposizione, pubblicheremo, anzitutto, un bando per l’affitto della parte inferiore della palazzina del Comune ad oggi inutilizzata, al fine di ravvivare Piazza Umberto I e creare una comunità unita anche nei momenti di svago.

Allo scopo di aiutare i commercianti della zona nella prosecuzione delle loro preziose attività, cercheremo di mantenere al minimo la tassa sui rifiuti, riducendo così la pressione fiscale su questi soggetti.

In accordo con i negozianti, proporremo iniziative culturali e ludiche per rilanciare il nostro territorio ed il commercio locale. Sempre sul tema, promuoveremo incontri con i commercianti stessi per intraprendere, insieme, un percorso volto alla valorizzazione di un circuito commerciale solido ed in grado di espandersi nel territorio limitrofo.

Per potenziare la produzione agricola locale, studieremo inoltre la possibilità di inserire prodotti De.Co. (denominazioni comunali o denominazioni comunali d’origine, De.C.O.) nel nostro Comune, coinvolgendo anche le Associazioni degli Agricoltori Locali.

 

Infine, coerentemente con il regolamento riguardante le sale SLOT e VLT (Video Lottery)  recentemente approvato, promuoveremo l’introduzione del marchio “NO SLOT” per i locali pubblici che non ospitano al loro interno sale slot o macchinette mangiasoldi.

 


StellaTRASPARENZA E SICUREZZA

 

Uno dei nostri principali obiettivi è stato ed è quello di garantire la trasparenza, la partecipazione e la sicurezza dei cittadini del Comune di Sarego, mediante un collegamento costante tra quest’ultimi e gli amministratori.

Al fine di coinvolgere tutti i cittadini nella gestione del nostro ente pubblico, continueremo l’organizzazione e la promozione di serate informative su temi rilevanti per il paese. Proseguiremo inoltre con la trasmissione sul sito del Comune di Sarego dei consigli comunali, migliorando la qualità dello streaming per renderli più comprensibili, cosicché ogni cittadino possa verificare i fatti realizzati e valutare il nostro operato.

Introdurremo delle metodologie semplici, ma allo stesso tempo inedite, come l’attivazione di una App o la creazione di risponditori automatici tramite sistemi di messaggistica tra cui Telegram, Facebook e Messenger, per informare i cittadini sia sulle attività svolte, sia su eventi di emergenza.

Continueremo la riorganizzazione della gestione degli uffici comunali, prevedendo un sistema per il tracciamento delle pratiche allo scopo di poterne determinare lo stato di avanzamento.

Per ridare voce alla cittadinanza, introdurremo il Regolamento sulla Partecipazione Quorum Zero, quale strumento di democrazia diretta fortemente innovativo, poiché consente ai cittadini di proporre referendum consultivi, modificativi e abrogativi. Questo importante strumento potrà essere realizzato grazie alle modifiche dello Statuto comunale già realizzate nel nostro primo mandato.

 

Rilanceremo il Controllo di Vicinato promuovendo una sinergia tra le forze dell’ordine e i gruppi di chat dei cittadini, poiché l’auto-organizzazione tra vicini si è dimostrata un valido antifurto. Potenzieremo la videosorveglianza introducendo ulteriori telecamere in zone sensibili del territorio.

Riguardo alla sicurezza idraulica e alla cura dei corsi d’acqua, grazie alla preziosa collaborazione del Gruppo di Protezione Civile, in questi anni siamo riusciti ad effettuare alcuni interventi di pulizia degli alvei. Per gli interventi più importanti sono stati realizzati report per informare e sollecitare gli enti preposti a provvedere alla pulizia e manutenzione dei principali corsi d’acqua. Conseguentemente, è stato confermato un importante stanziamento di fondi da parte del Genio Civile per la rimozione della folta vegetazione presente nel torrente Guà. I lavori partiranno quindi a breve.

 

Attraverso opere concordate con il Consorzio di Bonifica in questi anni e ormai giunte a definizione, realizzeremo interventi finalizzati alla risoluzione delle criticità del fiumicello Oco in caso di intense precipitazioni. Proporremo un progetto alla Regione Veneto, al fine di ottenere un importante contributo per riqualificare la zona adiacente il corso d’acqua.

 

Per quanto riguarda invece il monitoraggio e la salvaguardia degli argini da grossi roditori continueremo a collaborare con la Provincia per mantenere il servizio di contenimento della proliferazione di specie invasive. Pianificheremo la pulizia delle caditoie per ridurre il pericolo, le difficoltà ed i problemi che si creano durante i sempre più frequenti acquazzoni intensi, in particolari zone del territorio.

Promuoveremo attività di simulazione nella gestione delle emergenze, soprattutto nei luoghi pubblici, al fine di rendere rapido e sicuro un eventuale intervento in caso di emergenza. Saranno, inoltre, organizzati incontri informativi/formativi rivolti a tutti i cittadini sulla sicurezza e sul primo soccorso.

 

Infine, con attività mirate e con serate informative stimolanti ed interessanti, incoraggeremo i giovani ad avvicinarsi al Gruppo di Protezione Civile, garantendo in tal modo un ricambio generazionale ed un potenziamento di questo indispensabile ed insostituibile presidio per la sicurezza del nostro paese.

 


Il valore di un’idea sta nel metterla in pratica.

(Thomas A. Edison)